DIEGO VITAGLIANO

Napoletano doc classe 1985, fa parte della nuova generazione di giovani pizzaioli napoletani.

 

La sua pizza trasporta la tradizione napoletana nella contemporaneità con una grande ricerca sull’impasto e sulle materie prime.

Fino ad oggi ha collezionato numerosi riconoscimenti: 21esima posizione 50 Top Pizza nel 2019, pizzaiolo dell’anno per Il Mattino 2019, 3 pizze per le Guide de L’Espresso 2019, 2 spicchi per la Guida Pizzerie d’Italia Gambero Rosso 2019, Giovane Pizzaiolo dell’anno per la Guida I Sapori di Repubblica 2018, Top 30 2018 Dissapore.

DIEGO VITAGLIANO

Napoletano doc classe 1985, fa parte della nuova generazione di giovani pizzaioli napoletani.

 

La sua pizza trasporta la tradizione napoletana nella contemporaneità con una grande ricerca sull’impasto e sulle materie prime.

Fino ad oggi ha collezionato numerosi riconoscimenti: 21esima posizione 50 Top Pizza nel 2019, pizzaiolo dell’anno per Il Mattino 2019, 3 pizze per le Guide de L’Espresso 2019, 2 spicchi per la Guida Pizzerie d’Italia Gambero Rosso 2019, Giovane Pizzaiolo dell’anno per la Guida I Sapori di Repubblica 2018, Top 30 2018 Dissapore.

Diego Vitagliano ha iniziato in tempi non sospetti a sperimentare la pizza ‘a canotto’, quella con il cornicione alto, che riprende la pizza del Vomero di circa 50 anni fa, utilizzando per la preparazione tecniche diverse dal solito (come quelle che si utilizzano per il pane, gli impasti indiretti con biga o poolish).

 

All’epoca tutto ciò fu considerato come una moda passeggera destinata a scomparire in breve tempo, oggi invece possiamo dire che quello sarebbe stato il futuro della pizza napoletana.  

 

La sua prima pizzeria aperta nel 2016 sul lungomare di Pozzuoli diventò subito troppo piccola. Così l’anno successivo si trasferisce a Napoli, nel quartiere di Bagnoli, con la sua prima 10Pizzeria Diego Vitagliano, alla quale seguirà una seconda apertura nell’Aprile 2019 presso Pozzuoli.

Diego Vitagliano ha iniziato in tempi non sospetti a sperimentare la pizza ‘a canotto’, quella con il cornicione alto, che riprende la pizza del Vomero di circa 50 anni fa, utilizzando per la preparazione tecniche diverse dal solito (come quelle che si utilizzano per il pane, gli impasti indiretti con biga o poolish).

 

All’epoca tutto ciò fu considerato come una moda passeggera destinata a scomparire in breve tempo, oggi invece possiamo dire che quello sarebbe stato il futuro della pizza napoletana.  

 

La sua prima pizzeria aperta nel 2016 sul lungomare di Pozzuoli diventò subito troppo piccola. Così l’anno successivo si trasferisce a Napoli, nel quartiere di Bagnoli, con la sua prima 10Pizzeria Diego Vitagliano, alla quale seguirà una seconda apertura nell’Aprile 2019 presso Pozzuoli.